Pietro Zucchetti

L’Istituto Italiano di Permacultura diventa associazione culturale e si rigenera col lancio di un nuovo sito Internet che sarà online a partire dal 5 dicembre 2015.

Tante le novità: nuove sezioni, un calendario eventi, un blog, forum, un canale video e una webradio per raccontare la permacultura in Italia.

Dopo aver aperto le pagine Facebook , YouTube e SoundCloud l’attività multimediale del L’Istituto Italiano di Permacultura passa per il restyling del sito internet istituzionale.
La nuova veste grafica e i nuovi servizi sono le principali novità del sito www.permaculturaitalia.net che sarà accessibile anche tramite dispositivi mobile (smartphone e tablet).

Ascolta lo spot radio del Lancio del nuovo sito web

«È stata un’esperienza divertente e intensa – spiega Pietro Zucchetti, fondatore dell’Istituto. Abbiamo costruito un bel sito ricco di informazioni e servizi utilizzando il baratto come moneta di scambio. Che dire…miracoli della Permacultura! Coerentemente con la nostra politica di accesso libero e gratuito alle informazioni è possibile scaricare delle risorse gratuite come ebook sulla permacultura, il compostaggio e la sostenibilità. Inoltre da oggi è possibile associarsi con un semplice modulo online.
Abbiamo puntato ad una miglior interazione con i nostri visitatori, a partire dalla nuova home page, che facilita e velocizza la ricerca dell’informazione. Il tutto in un’ottica di massima accessibilità e trasparenza»

Il sito è dotato di un carrello di commercio elettronico dove è possibile acquistare libri, cd, DVD, prodotti editoriali che riguardano la Permacultura in Italia a all’estero. Parte del ricavato sarà destinato ad azioni di beneficenza. Per essere autosufficiente, indipendente, libero, svincolato da ogni pressione o sponsor di ogni sorta, l’Istituto Italiano di Permacultura promuove azioni di crowfunding per autofinanziarsi. Attraverso le donazioni è possibile sostenere tutti i progetti tesi alla divulgazione e implementazione della Permacultura in Italia.

«Crediamo che il nuovo sito dell’Istituto Italiano di Permacultura sarà molto più accessibile – conclude Zucchetti. L’auspicio è di avere attivato un ulteriore canale di comunicazione e di servizio che avvicini ancora di più la nostra attività di ricerca e formazione a chiunque voglia interessarsi di Permacultura. Ovviamente tutto è migliorabile, per questo i consigli e contributi di chi ci segue saranno sempre graditi.»